La mia GS.

Andare in basso

La mia GS.

Messaggio Da stac il Mar Feb 23, 2010 2:06 am

Ho appena ritirato la mia R1200 GS my09, full optional, con 3814 Km.
Nonostante le temperature variabili dai 10 ai 15 gradi, e una leggera pioggia, non costante, ho fatto un bel giretto di quasi 240 Km, con percorso urbano, superstrada, autostrada, extraurbano con misto veloce e stretto.
Che dire?
Non mi ha stupito per niente, è come se la guidassi da sempre, la strommina è molto simile come guida: facile e intuitiva.
Il concessionario mi spiega perfettamente tutto: regolazioni ESA, ABS, ASC, manopole riscaldate, computer....attacco le vario e via si parte.
Primi Km nel traffico, ma a scorrimento veloce e qualche rotonda. La frizione è morbida, anche gli innesti del cambio sono dolci e precisi. Il motore non soffre i bassi regimi e riprende bene anche in sesta da molto sotto.
Azionare gli indicatori di direzione è un piccolo dramma per me che vengo da venti anni di jap.
Prendo la superstrada e poi l'autostrada. La protezione forse è un po' più scarsa della strom, ma non ci sono turbolenze fastidiose, (così come sulla strom, quando il parabrezza è nella posizione più bassa). A 140 di tachimetro il boxer frulla a circa 5000 giri, contro i 6500 della strommina e i 4500 della strommona, ma se si spalanca la crucca è pronta a rispondere e si capisce che ancora ce n'è tanto. Con la DL1000 la sensazione era simile, mentre con la 650, nonostante le notevoli doti di allungo, si sente che mancano i cc.
Esco dall'autostrada e mi dirigo verso note strade appenniniche. Ogni tanto cade qualche goccia che contribuisce a diminuire l'aderenza di un asfalto sporco e provato da un duro inverno.
La moto è neutra, l'ABS e l'ASC mi infondono quel tocco di sicurezza in più, che non guasta.
La GS piega facile, ma non voglio esagerare, non ci conosciamo ancora!
Gioco un po' con l'ESA variando tra sport, normal e confort, ma sono troppo preso da altre cose per apprezzare le variazioni di assetto, così metto su “sport” e lascio lì.
Il motore spinge forte, regolare, senza incertezze o tentennamenti, ma gli manca l'allungo, in gergo crossistico romagnolo si dice che “mura” molto presto, ma non per caratteristiche di erogazione, ma per l'intervento, prematuro, (secondo me), del limitatore.
Se amate le erogazioni cattive dei bicilindrici non è il motore per voi. Il V1000 Suzuki è molto più adrenalinico, credo che dai 5000 giri in su il jap sia molto più sportivo, bassi e medi vince BMW.
Conclusioni:
Che la trasmissione sia di tipo cardanico si sente solo nelle cambiate allegre.
Le vibrazioni avvertite sulle mani sono superiori a quelle delle moto di Hamamatsu.
Sinceramente nel misto, la maneggevolezza e l'agilità della strommina non sono da meno.
La strommona è un po' più impacciata.
La frenata è un po' più vigorosa, anche se in una giornata come quella odierna si frena con attenzione e non si è portati a fare staccate violente.
Una cosa mi ha colpito: non ho mai avvertito il pericoloso brecciolino sull'asfalto.
Il computer mi segnalava costantemente un consumo prossimo ai 20 Km/l.
avatar
stac
Motociclista
Motociclista

Messaggi : 66
Data d'iscrizione : 18.02.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La mia GS.

Messaggio Da CAINO il Mar Feb 23, 2010 9:57 am

Se il computer ti segnala un consumo prossimo ai 20 Km./litro vuol dire che non hai spinto molto ... c'è ancora molto da tirare fuori dal motore e dalla moto ...
Comunque và detto che anche con guida sportiva tirando la seconda, terza marcia al limitatore non si scende mai sotto i 17 Km./litro almeno questi i consumi dell'Adv equipaggiata del tuo stesso motore.
Cosa aggiungere, il paragone con la strommina può reggere sui percorsi montani e curvosi sicuramente dove le ottime doti ciclistiche della giapponese rendono il divario sicuramente irrisorio ... tuttavia dove stravince la GS su tutta la concorrenza (questo è il motivo del vero successo) è la particolare adattabilità a vari utilizzi: la carichi come un mulo per lunghi viaggi anche in coppia; vuoi fare belle curve con guida veloce non hai problemi a farlo; vuoi essere più corsaiolo in montagna non c'è molto da pensare; vuoi percorrere qualche strada off (nei limiti della fattibilità di ciascuno) non hai che da andare; vuoi andare in ufficio percorrendo la città vai tranquillo tanto è elevato l'equilibrio dinamico della moto ... insomma non eccelle in niente ma và benissimo per molteplici utilizzi.
Tra l'altro ti accorgerai verso i 20000 Km. come i consumi di carburante si abbasseranno notevolmente.
Inoltre se permetti un piccolo consiglio, avendo la tua percorso solo 4000 Km circa e quindi ancora in tempo, a motore bello caldo tira sino a sentire l'azione del limitatore la 4à e 5à marcia ... le fasce dei pistoni avranno la max dilatazione possibile entro i cilindri e non avrai il "famoso" consumo di olio del motore boxer o meglio sarà molto limitato ... per farti da esempio ti dico che la mia ha percorso 34500 Km. ed ho rabboccato in tutto 750 gr. di olio (ha percorso anche un viaggio in Norvegia, dove il trasferimento autostradale con il mantenimento costante di un certo regime dei giri motore determinano un consumo di olio maggiore).
Per il resto buona strada e quando incontri altri motociclisti ... saluta sempre altrimenti dicono che sei un fighetto Bmwista Very Happy

Lamps da Caino

CAINO
Motociclista
Motociclista

Messaggi : 45
Data d'iscrizione : 19.02.10
Età : 55
Località : Petkula (FIN)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La mia GS.

Messaggio Da paolo2145 il Mar Feb 23, 2010 10:27 am

Se questa moto ha ottenuto e sta ottenendo tanto successo un motivo c'è;
al di là dei pregi descritti sopra, una moto con un prezzo d'acquisto tanto al di sopra della concorrenza cosa ha più delle altre dello stesso tipo?
Forse ha che non ha una vera concorrente, ha a che fare con moto che forse hanno qualcosa di più in un senso ma parecchio di meno in tutto il resto.
Non eccelle forse in nulla ma è ad un alto livello in tutto.
Io ho avuto la fortuna di possederne 2.
La prima presa a fine 2004, era il primo modello, l'unico neo il cavalletto centrale mal progettato e la stampella un po' insicura. Per il resto per uno che veniva da una pur valida R1150R era tutta una sorpresa piacevole, mi sembrò che in un giorno fossero passati dieci anni.
L'altra una ADV di inizio 2007, grande moto per lunghi viaggi ma anche per giretti in collina, soffrivo solo un po' nelle soste a lato strada in montagna per la massa notevole e per l'altezza della sella ma fatta l'abitudine tutto era al massimo, almeno per me.

Poi, come sempre a parte la Basic ormai in servizio da 12 anni, in vicinanza del secondo compleanno e del tagliando dei 20 (o 30) mila mi prende la voglia di cambiare:
a ottobre 2009 ho cambiato genere, sono tornato alla nuda, ho preso una R1200R che mi accompagnerà nei giri 2010.
La conosco ancora poco, ma da subito ho sentito la differenza: leggera, agilissima, bassa di sella, capace dello stesso carico del GS STD se non oltre (ha infatti le borse della RT), insomma mi aspetto molto da questa piccola grande moto.
Ma il tarlo del nuovo lavora instancabile, sto già pensando al dopo, per ora in vetta ai desideri c'è una RT, ma negli ultimi giorni una vocina in sottofondo cerca di farsi largo e dice: GS STD......
E' un modo di restar bambini dentro, anche se il guscio fuori dimostra tutte le primavere che ha vissuto.

paolo
avatar
paolo2145
Motociclista Viaggiatore
Motociclista Viaggiatore

Messaggi : 106
Data d'iscrizione : 17.02.10
Età : 73
Località : San Lazzaro (Bo)

Visualizza il profilo http://www.paolobonazzi.it

Torna in alto Andare in basso

Re: La mia GS.

Messaggio Da zivas il Mar Feb 23, 2010 10:31 am

Bella prova dinamica e interessante anche la dritta di Caino che non conoscevo...se mai avrò una BMW da rodare ne terrò conto Very Happy anche se dubito che succederà Wink
avatar
zivas
Motociclista Viaggiatore
Motociclista Viaggiatore

Messaggi : 174
Data d'iscrizione : 17.02.10
Età : 50
Località : Gubbio

Visualizza il profilo http://digilander.libero.it/zivas

Torna in alto Andare in basso

Re: La mia GS.

Messaggio Da paolo2145 il Mar Feb 23, 2010 10:57 am

zivas ha scritto:Bella prova dinamica e interessante anche la dritta di Caino che non conoscevo...se mai avrò una BMW da rodare ne terrò conto Very Happy anche se dubito che succederà Wink

Pur con tutto il rispetto per il mio Amico CAINO, che ha un passato di moto da regolarità e fuoristrada a livello agonistico, io ho sempre portati i miei motori nei primi 2000 km con un certo rispetto e un crescendo armonico nel salire di giri, per poi stabilizzarmi nell'uso abbastanza soft, insomma difficilmente vado al massimo dei giri o scendo troppo giù in basso con le marce alte.
E i consumi d'olio sono quelli che dice Caino.
Fra i 1000 e i 2000 arrivo all'uso normale con gradualità, intendo.
Il fatto è che i motori attuali non hanno bisogno di attenzioni particolari già fin da subito, basta non strapazzarli a freddo e fare la normale manutenzione e si arriva a tanti km che ci si stanca molto prima.

paolo
avatar
paolo2145
Motociclista Viaggiatore
Motociclista Viaggiatore

Messaggi : 106
Data d'iscrizione : 17.02.10
Età : 73
Località : San Lazzaro (Bo)

Visualizza il profilo http://www.paolobonazzi.it

Torna in alto Andare in basso

Re: La mia GS.

Messaggio Da CAINO il Mar Feb 23, 2010 11:18 am

E' giusto quello che scrivi Paolo, ma questa cosa della massima espansione delle fasce è salutare al motore perchè saranno ridotte quasi al nulla le tolleranze progettuali che ha un motore, almeno per la parte termica dello scorrimento del pistone all'interno del cilindro.
Non è onestamente farina del mio sacco ma consigli rubati a vecchi meccanici di moto da competizione ... come ho scritto il tutto deve avvenire a motore ben caldo e comunque dopo il rodaggio da eseguire fedelmente come prescrive la casa costruttrice.
Io questa cosa l'ho sempre eseguita e i motori mi hanno consumato pochissimo olio.
Naturalmente l'effetto è più visibile se incappi in un modello che ha tolleranze più elevate nei singoli componenti del motore ... ho conoscenti le cui moto divorano anche 1 Kg. di olio per 10000 Km. che sono considerati "normali" nel boxer Bmw ma ... se però la stessa moto ne mangia 250 gr. credo sia meglio.
Pensa che ho portato in Norvegia 1 Kg. di olio per timore che mi servisse per i rabbocchi ... ne ho utilizzato soli 150 gr. ho in verità omesso di riempire l'oblò ... ne mancavano altri 100 gr.
Caino
P.S. C'è anche da dire che il boxer 1200 ormai ha raggiunto uno sviluppo ed una maturità considerevole e molti "difetti" passati sono solo un ricordo.

CAINO
Motociclista
Motociclista

Messaggi : 45
Data d'iscrizione : 19.02.10
Età : 55
Località : Petkula (FIN)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La mia GS.

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum